Estetica a tutto tondo


articles and tutorials BDSM guida



Molte pratiche che incontreremo nel corso di questo libro sono in grado di dare sensazioni incomparabili, ma bisogna riconoscere che spesso risultano bruttarelle a vedersi. Il bondage no: tutto cio che ha a che fare con l'immobilizzazione di un essere umano porta con se una gran quantita di simboli e associazioni di idee davanti ai quali ben pochi rimangono insensibili. Non e un caso che il corpo costretto sia un tema ricorrente nell'arte: la vista di una corda che stringe la carne o di un volto con gli occhi bendati scatena in chiunque un brivido di interesse piu o meno morboso ed eccitato.

In altre parole il bondage e quantomeno interessante alla vista. Se eseguito bene rende il soggetto una scultura vivente, bella da osservare. All'interno di un contesto erotico questo tipo di visione e poi eccitante, e non a caso cio basta a molti appassionati.

Per parecchie persone l'immobilizzazione e infatti un'arte a se. Studiano le forme canoniche e i materiali da impiegare, poi inventano varianti personali e le sperimentano sul partner. Qualche minuto a osservare i piccoli movimenti della "vittima" (un muscolo che si tende, una goccia di sudore che scivola sulla pelle, uno sguardo…) e poi via: si disfano i nodi e si ricomincia da capo, verso nuove forme ancora piu ardite o minimaliste, fermandosi magari solo per scattare una foto che fermi nel tempo la tensione erotica di una composizione ben riuscita.

Se per il soggetto attivo il fascino del bondage e di tipo estetico e di sfida creativa, chi viene legato ha chiaramente interessi differenti. Lasciarsi immobilizzare rende totalmente vulnerabili, e gia questo abbandonarsi e carico di emozioni di grande intensita. Trovarsi oggetto di un bondage anche semplicissimo risveglia inoltre i sensi, che si fanno sempre piu acuti a mano a mano che il tempo passa senza potersi muovere (o vedere, parlare, ecc.). Chi viene legato prende lentamente coscienza delle proprie tensioni muscolari, della temperatura dell'aria, dei minimi suoni, di ogni proprio respiro, della trama delle corde, della propria eccitazione…

Questa intensa esperienza estetica diventa ancora piu forte se unita a stimoli esterni precisi, siano questi un semplice soffio sulla pelle, il calore di una goccia di cera fusa, una carezza o una frustata. In un certo senso il bondage e un amplificatore di sensazioni ed emozioni - per tutti e due i partner.

Come guru poco asceti

Un altro aspetto, vissuto esclusivamente da chi viene legato, ricorda la deresponsabilizzazione di cui abbiamo parlato nel capitolo sui giochi di ruolo. Se in quel caso interpretare la parte della vittima poteva essere un buon alibi per abbandonare le proprie inibizioni, essere "costretti" a un ruolo passivo dall'impossibilita di muoversi abbatte anche le ultime barriere interiori. Una volta immobilizzati opporre resistenza - anche nei confronti delle proprie sensazioni - non ha piu senso. Non e un caso se una delle parole piu usate dai sub per descrivere le sensazioni provate durante un bondage sia proprio "liberta".

Per quanto possa sembrare paradossale, piu il corpo e costretto e piu la mente si libera, abbandonando le catene psicologiche piccole e grandi con cui noi stessi ci appesantiamo giorno per giorno. Questo stesso concetto viene espresso da millenni dai mistici di ogni religione e luogo, ed e piacevolmente ironico che il modo piu semplice per sperimentarlo sia in un contesto erotico.

Chi fosse interessato a questo genere di suggestioni esoteriche incontrera altre sorprese simili nei prossimi capitoli, ma il bondage ne e sicuramente l'esempio che tutti possono vivere in prima persona senza particolari difficolta. L'importante e come sempre conoscere le regole del gioco e i suoi rischi, e affrontare l'esperienza con convinzione.

Quando la volonta non basta

Infine bisogna ricordare l'aspetto piu concreto del bondage, cioe aiutare il sub a mantenere una posizione precisa. L'esempio piu estremo puo essere la schiava appesa a testa in giu: anche con tutta la migliore volonta di collaborare, senza l'aiuto di qualche corda a sostenerla persino un'acrobata da circo avrebbe i suoi problemi a restare sottosopra per piu di un paio di minuti.

Anche senza arrivare pero a questi livelli, nei giochi Bdsm si vengono a creare con una certa facilita situazioni in cui le reazioni involontarie del corpo umano vanno tenute sotto controllo. Un bondage adeguato puo allora essere la soluzione ideale per evitare che i brividi della slave rovescino le bibite ghiacciate appoggiate sulla sua schiena usata come tavolino, un paio di cinghiette nei posti giusti limitano l'esuberanza non gradita delle erezioni di un sub, un buon bavaglio assicura che i vicini non chiamino la polizia per qualche gemito lasciato scappare a un volume piu alto del dovuto...





BONDAGE PICTURES

eXTReMe Tracker
^ TO TOP